HTC Droid DNA Plus torna nel filone delle voci, diretto a Verizon con schermo da 4,7 o 5 pollici?

  • Yurii Kirpich
  • 0
  • 703
  • 142

HTC e Verizon sono sempre stati piuttosto stretti, rendendo apparente la riluttanza del corriere a scegliere il nuovo One piuttosto bizzarro. Tuttavia, si vociferava tempo fa che Big Red stesse preparando una versione esclusiva del nuovo flagship di HTC, chiamata Droid DNA Plus o DLXPLUS, che avrebbe spiegato molto.

Solo il DNA Plus non è arrivato. E con l'arrivo di One quasi confermato su AT&T, Sprint e T-Mobile entro la fine di marzo, abbiamo iniziato a pensare che non fosse mai stato reale. O è?

Bene, secondo un elenco SIG Bluetooth appena scoperto, un HTC6445LVW è in fase di lavorazione e probabilmente diretto a Verizon, in base alla "VW" nel numero di modello. Non abbiamo un modo sicuro per sapere che tipo di dispositivo sia, ma dato che il Droid DNA dell'anno scorso è noto internamente come 6435LVW, supponiamo che possa essere solo un seguito di qualche tipo.

La domanda è: sarà simile al DNA del droide o all'Uno. Le precedenti speculazioni erano state ancorate a quest'ultima, il che significa che poteva venire con un pannello Full HD da 4,7 pollici, una CPU quad-core Snapdragon 600, 2 GB di RAM, fotocamera ultrapixel da 4 MP, 16 GB di memoria integrata, Android 4.1 Jelly Bean e Sense 5.0.

Sicuramente non escludiamo l'altra teoria, quindi il DLXPLUS di Verizon potrebbe contenere più o meno lo stesso hardware in un corpo da 5 pollici leggermente più grande. Ma se ciò accadrà, mettere a parte DNA e DNA Plus non diventerebbe un compito troppo difficile per i potenziali clienti di Big Red? Oh, beh, non è che la stessa identica cosa non sia accaduta l'anno scorso con One X e X + di AT&T. Quando imparerà HTC, giusto?




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Il nostro blog è dedicato ai dispositivi in cuzione su Android
Un blog dedicato alla consulenza di esperti, telefoni Android, app Android, tablet e altri dispositivi. Recensioni e notizie dal mondo della tecnologia